Logo del Sici - CNR
Barra spaziatrice

La Cartografia

L'integrazione raggiunta tra Internet e GIS, pur essendo un aspetto piuttosto recente del mondo informatico, consente la creazione e la gestione di siti Web di tipo geografico. Lo scopo di questi siti è quello di distribuire su Internet dati ed applicazioni di un sistema informativo geografico, mettendo a disposizione degli utenti una piattaforma comune per condividere informazioni e per integrare dati e risorse GIS provenienti da più fonti.

I sistemi WebGIS estendono all'ambiente internet e intranet le funzionalità tipiche dei GIS. Operazioni quali l'accesso a database remoti, la generazione e la visualizzazione di una mappa, la generazione e la visualizzazione di un elenco di attributi, e l'esecuzione di una query sono rese possibili mediante l'uso di un normale browser internet (Netscape, Internet Explorer, Opera), senza la necessità di installare alcun software specializzato.
I dati condivisi risiedono in un Web server che ha la capacità di servire contemporaneamente molti utenti.
Questi sistemi rappresentano quindi un'ottima soluzione per il "data sharing" sia via intranet che via internet e permettono di pubblicare in rete progetti di tipo diverso, rendendoli interrogabili ed eventualmente editabili anche da parte di utenti non particolarmente esperti in informatica.

L'Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica (IRPI) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) di Perugia ha sviluppato un Server Geografico ("Internet Map Server" - http://maps.irpi.cnr.it), dal quale è possibile accedere a dei WebGIS che rendono disponibili su Internet una serie di informazioni riguardanti frane ed inondazioni in Italia. Per lo scopo è stato utilizzato sia il software commerciale della ESRI, ArcIMS 9.0 (http://www.esri.com), un prodotto che include, oltre al software necessario per generare e gestire mappe sul Web, anche le componenti indispensabili per il server, sia il software free Mapserver, sviluppato dall’Università del Minnesota (http://mapserver.gis.umn.edu).

I WebGis dell'IRPI di Perugia utilizzano un'architettura "server-based", che comporta la generazione delle mappe sul server remoto ad ogni richiesta che viene fatta dal client. Quest'ultimo riceve le immagini delle mappe come files GIF, JPEG o PNG generate "on the fly" dal server stesso. Questa soluzione è veloce all'utilizzo (ogni immagine spedita dal server al client ha normalmente una dimensione inferiore ai 100Kbyte) ed ha il vantaggio di essere indipendente dalle caratteristiche hardware e software a disposizione dell'utente.
I WebGis pubblicati dall'IRPI di Perugia possono essere utilizzati sia con Internet Explorer (Versione 6.0 o superiore) che con Mozilla Firefox (Versione 2.5 o superiore). Per una visualizzazione ottimale dei siti è necessaria una scheda video con una risoluzione di 1024 x 768 pixel, o superiore.

   
IRPI Internet Map Server

Per domande, suggerimenti o commenti, scriveteci. E-mail: siciirpi.cnr.it

Barra spaziatrice

[Home Sici] [Dati Storici] [Dati Bibliografici] [GNDCI] [Dati Idrologici] [Normativa] [Cartografia]

Copyright 1999-2017 Consiglio Nazionale delle Ricerche
All Rights Reserved
Credits